Comune di Cellere

Il Museo del Brigantaggio di Cellere
Una lettura antropologica del brigantaggio maremmano.

Il Museo del brigantaggio di Cellere, in collaborazione con l'EtnoMuseo Monti Lepini di Roccagorga, è lieto di presentare la mostra

COMPAGNI NEL CAMMINO

Bastoni pastorali degli Appennini

L'inaugurazione della mostra temporanea avrà luogo sabato 2 agosto 2014 alle ore 18:30.

Se pensiamo ai bastoni in uso nella società occidentale contemporanea, facilmente li associamo a problemi legati alla capacità motoria, il loro utilizzo viene perlopiù concepito in funzione di sostegno. In ambito agropastorale lepino e abruzzese, ancora oggi è in uso la pratica di ricavare artigianalmente bastoni da rami di albero. I pastori dei Lepini, ma anche di altre zone montane, sanno nel tempo giusto (di luna calante) ricavare da semplici rami (di castagno, ciliegio, ornello, nocciolo) rigidi o flessibili, dritti o ricurvi, comunque sgrossati e ripuliti, strumenti dalle diverse funzioni e dalla suggestiva forma.

La peculiarità di questi bastoni è sicuramente la lavorazione, gli intarsi, che caratterizzano l'impugnatura. Proprio in questo punto sono visibili figure antropomorfe e zoomorfe che si rilevano grazie alla grandi capacità dell'intaglio e dell'interpretazione dei segni naturali del ramo.

I bastoni, così realizzati, venivano e in parte vengono, utilizzati, non solo come sostegno nel cammino ma anche come indispensabili strumenti di comunicazione con il gregge. Per colpire sulla groppa animali troppo ritardatari; per incitarli ad andare avanti attraverso rumori improvvisi battendo il bastone per terra; per orientare le greggi da lontano con il lancio del bastone che, dove atterra, viene a creare virtuali ostacoli, dalle pecore considerati sbarramenti.

Provenienti dalla collezione di Vincenzo Padiglione, i bastoni da pastore saranno distribuiti lungo tutto il percorso espositivo del Museo del brigantaggio di Cellere.

La mostra sarà visitabile durante gli orari di apertura del Museo o su prenotazione. 


Museo del brigantaggio di Cellere. Una lettura antropologica del brigantaggio maremmano.

Via Marconi, 20 - 01010 Cellere (VT). 

www.museobrigantaggiocellere.it - info@museobrigantaggiocellere.it

@brigantialmuseo

Aperto dal venerdì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Ingresso: intero 3 € (riduzioni per scuole e gruppi).

i.
Sede: Via Marconi, 20 01010 Cellere VT

Come arrivare: Comuni italiani - Mappa di Cellere
Via Aurelia: a Montalto di Castro prendere per Canino
Via Cassia: ad Acquapendente prendere per Valentano

Aperture:
Venerdì , sabato e domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00
Per aperture straordinarie e prenotazioni: Comune di Cellere 0761451791 int. 5
oppure Pro Loco di Cellere 3927013553


Direttore: Dott. Marco D’Aureli

22 maggio 2014, ore 11:45 – Museo del brigantaggio di Cellere e Chiesa di Sant'Egidio

Inaugurazione della mostra

TRITTICO MAREMMANO
Toro, Cinghiale e Cavallo
tre simboli della terra

ESPOSIZIONE
delle opere di Carlo Romiti

Una esposizione di opere pittoriche del maestro Carlo Romiti che sono un omaggio alla maremma nella maremma. Un evento che inaugura l'avvio del progetto di fusione dei tre comuni di Cellere, Canino e Montalto di Castro nella nuova entità amministrativa del comune di Vulci. Una occasione per dare risalto a tre archetipi dell'immaginario maremmano, tre animali – il cinghiale, il toro e il cavallo – di ardua e mai definitiva domesticazione assunti a simbolo di una terra percepita e rappresentata nell'immaginario diffuso come anch'essa indomita, vitale. Le opere pittoriche di Carlo Romiti, realizzate tramite l'impiego di terre naturali, hanno una potenza evocativa travolgente capace di generare una fortissima risonanza. Il tratto e il colore nella loro essenzialità, intensità e matericità, richiamano alle pitture parietali primitive, ma a differenza di queste le figure rappresentate esprimono una spinta dinamicità, sono vive, palpitanti: in ciò espressione di un territorio vasto e articolato che si avvia sul cammino del cambiamento e della rigenerazione.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

25 luglio 2014, ore 21 – Valentano, Museo della Preistoria della Tuscia e della Rocca Farnese

Presentazione del documentario audiovisivo

Tira dritto e fà bon solco
La tiratura del solco dritto a Valentano

di Marco D'Aureli e Marco Marcotulli
Regia di Marco Marcotulli

Interviene Laura De Martino – Regione Lazio, Area servizi culturali

Il film ruota attorno al complesso rituale che ha luogo a Valentano (Vt) ad agosto in occasione della ricorrenza dell'Assunzione della Madonna. Il ciclo festivo ha il suo momento di maggiore visibilità, nonché di maggiore partecipazione e investimento in termini emozionali, nella tiratura di un lungo e dritto solco che segna la piana sottostante il paese.

Il documentario, realizzato dall'equipe del Museo del brigantaggio, è stato prodotto nell'ambito delle attività di valorizzazione del Sistema museale antropologico del Lazio DEMOS.

L’Associazione Italiana di Etnoarcheologia Onlus, in collaborazione con il Museo della terra ed il Comune di Latera organizza
OLTRE IL FOLKLORE
un ciclo di conferenze di etnoarcheologia presso il Museo della terra.


L’etnoarcheologia è una ricerca di campo che documenta aspetti socio-culturali ed economici tradizionali, e anche la realtà attuale che ci circonda, dal punto di vista dell’archeologo sia per stabilire una possibile analogia col passato sia come strategia di indagine che interagisce con l’etnologia e l’antropologia. Gli studiosi che si avvicenderanno affronteranno via via diverse problematiche. Claudio Giardino il 25 giugno ha parlato della produzione attuale della ‘colatura di alici’ quale erede del garum, condimento dell’antica Roma che fu al centro di importanti traffici del Mediterraneo. Rossella Agostino e Marilena Sica il 9 luglio, alle ore 18, presso il Museo della terra racconteranno la tradizionale lavorazione della ginestra in Calabria che oggi, divenuta una produzione di lusso, continua in alcune località. Anna Depalmas e Francesco di Gennaro il 16 luglio parleranno inizialmente della vita prima dell’introduzione dell’acqua corrente ed anche delle moderne tecnologie per la conservazione dei cibi, ed intavoleranno poi una discussione con quanti saranno interessati a riferire le proprie esperienze. Seguiranno poi alcune testimonianze di ricerche svolte in altri paesi. Assunta ‘Alessandra’ Stoppiello il 30 luglio riferirà della sua pluriennale esperienza nell’Africa sub- sahariana dove svolge una ricerca sulla produzione delle perle di vetro di tradizione veneziana e sulla loro diffusione sia in Africa che in occidente. Graziano Capitini e Francesca Lugli parleranno della ricerca che conducono da dieci anni in Mongolia dove studiano gli accampamenti dei nomadi, i loro spostamenti e la loro vita. Per informazioni contattare il 3290649330 oppure inviare una mail a m.daureli@libero.it Museo della terra via dell’Osteria 01010 Latera VT

OLTRE IL FOLKLORE

L’Associazione Italiana di Etnoarcheologia – Onlus, in collaborazione con il Museo della terra ed il Comune di Latera organizza OLTRE IL FOLKLORE, un ciclo di conferenze di etnoarcheologia presso il Museo della terra.
Il primo appuntamento è fissato per sabato 25 giugno 2011, alle ore 18 presso il Museo della terra. Claudio Giardino inaugurerà questo serie di incontri che andranno avanti per tutto luglio.

Comunicato ciclo di conferenze etnoarcheologia (PDF)



Sabato 2 maggio 2009
Museo del brigantaggio di Cellere
Giornata dedicata alla memoria di Alfio Cavoli
Un protagonista della maremma tosco-laziale

L'edizione 2008 della Banca del Racconto sbarca a Cellere, seconda tappa dopo le “meraviglie” raccontate da Pietro Moretti a Latera alla presenza di un folto e partecipe pubblico.

L'appuntamento è per le 12.30 di domenica 30 novembre, in piazza del Comune.

Alfonso Prota e Antonello Ricci presenteranno “Vincenzo Gioiosi, quando le cose raccontano”. Narrazioni e braciolata presso la capanna del Pastore “Cencio”. A seguire (ore 15.30), visita guidata del Museo del Brigantaggio a cura di Marco D'Aureli e degustazione di prodotti tipici.

Interverrà nel dibattito Renzo Trappolini assessore provinciale alla cultura, mallevadore dell'iniziativa.

La Banca del Racconto è un'iniziativa dell'associazione culturale Percorsi, realizzata con il contributo dell'assessorato alla cultura, turismo e sport della Provincia di Viterbo e della Regione Lazio.

L'iniziativa cellerese è organizzata in collaborazione con il Museo del Brigantaggio.

Con il patrocinio di: Comune di Farnese, Comune di Cellere, Comune di Latera, Museo del Brigantaggio–Cellere, Museo della Terra–Latera, Riserva Naturale Selva del Lamone.

Con il contributo di: Comune di Farnese, ARCI Viterbo, Azienda Agricola Biologica La Poppetta – Farnese, Azienda Dialmar – Cellere, Azienda Agricola Radicetti – Cellere, Cantina Lotti – Cellere, Soc. Coop. S.T.A.F. arl – Viterbo.

Fino al 30 ottobre 2008
Maria Assunta De Frassine espone la sua collezione "La magica danza delle molecole" al Museo del brigantaggio di Cellere.
La mostra è visitabile durante gli orari di apertura del museo.

25 settembre 2008, VIlla Castelli (BR)
III edizione de "La settimana dei briganti"
"I musei del brigantaggio: memoria attiva", intervento della Prof.ssa Caruso e del Prof. Padiglione

6-7 settembre 2008, Cellere tra natura e tradizione: speciali visite guidate con il Direttore e il Conservatore del Museo

11 agosto 2008, Terramara. Storia di briganti e brigantesse, uno spettacolo reportage sulla nascita del brigantaggio scritto da Gianni Abbate con Gianni Abbate, Giovanni d’Artibale, Manuela Fioravanti, Andrea Maurizi, Valentina Piazza. Ricerche musicali di Enrico Scarinci. Regia di Gianni Abbate. L’appuntamento rientra nell'ambito del progetto MUSEION promosso dal Sistema museale del Lago di Bolsena.

25 aprile 2008, Pedalata Argentario-Assisi, il Museo del brigantaggio è tappa della pedalata non competitiva Argentario-Assisi avente come obiettivo la sensibilizzazione alle tematiche del risparmio energetico e del rispetto dell’ambiente.

20 gennaio 2008, Sapere i sapori. Nell'ambito della manifestazione nazionale “Porte aperte alle tradizioni italiane” voluta dal Ministero dei Beni Culturali per valorizzare i beni immateriali, conferenza di antropologia dell’alimentazione a cura di Marco D'Aureli con particolare attenzione alle tecniche di preparazione e conservazione e ai processi di patrimonializzazione di alcuni prodotti alimentari.

22 dicembre 2007, A tavola con i briganti. Degustazione di prodotti tipici celleresi, specie a marchio brigante.

7 dicembre 2008, il Presidente della Regione Lazio in visita il Museo del brigantaggio.

16 settembre 2007, inaugurazione del Museo del brigantaggio di Cellere con la partecipazione dell’Assessore alla Cultura della Provincia di Viterbo. Animano la festa Silvana Pampanini e Silverio Fabiani